Facebook e il Narcisista stupido

Faccialibro è uno specchio per Narcisisti incalliti che hanno così l’illusione che un’opinione, anche se malamente e velenosamente scritta raggiunga il creato e si espanda e produca idee.

Peccato che quasi nessuno legga gli status così Armonicamente Elaborati per espandersi nell’universo della rete.

Perché:

A) Di solito se qualcuno legge i tuoi status è perché si illude che attraverso di essa conosca te e la tua vita.

Peccato che sovente in rete si faccia vedere solo il lato che di noi si vuol far vedere. Insomma il trionfo di narciso che abbellisce la sua bacheca con fronzoli vari, a cui vuol dar spessore perché sia lo specchio della sua anima.

Però se l’anima non c’è non c’è, e se hai passato la vita a dirti come sono brava, i passanti che vedono la tua bacheca, sbadigliano- Anche  perché altrettanto impegnati ad abbellire il proprio profilo con status dubbiosi, con tag, hastag e via dicendo.

Hai iniziato a usare Facebook per tenerti in contatto con amici, parenti e conoscenti, o perché ti piaceva poter ficcare impunemente il naso nelle vite altrui, o perché c’era ‘sta ragazza che non sapevi come abbordare. Qualunque sia il motivo che al tempo ti ha spinto a ormeggiare il tuo barcone sul social network, negli ultimi anni il tuo comportamento sulla piattaforma è cambiato. Ti interessa sempre meno degli altri, e sempre più di te stesso, e allora finisce che passi intere ore ad abbellire il tuo profilo, calibrando al millimetro le foto, le tag, i contatti, le menzioni, gli altisonanti status, stregato da un narcisismo a buon prezzo che, in ultima analisi, ti sta rendendo un fallito.

Quello che potrà sembrarvi un mio altezzoso giudizio sommario, è in realtà la conclusione a cui sono giunti la dottoressa Catalina Toma e i suoi colleghi della University of Wisconsin-Madison, dopo aver condotto uno studio su 159 studenti universitari.

Io lo avevo pensato stanotte, e poi stamattina ho trovato la ricerca.

Il problema non è Facebook,. ma che tutti possono scrivere, e allora chiunque si sente autorizzato a spandere conoscenza attraverso il proprio status facebook. Bisognerebbe informarli però che, non sempre, si ha l’autorità del dalai lama per proferire perle di saggezza.

 

Buona giornata, ai miei 2 lettori di stamane!

Advertisements

Di madri ostentarici e di Felicità.

Madeleine a volte si fa prendere da istinti omicidi.

Per ora la vittima presunta è una mamma ostentatrice che al terzo figlio s’è fatta comprare il “trio” (e a madeleine non risulta esista nulla di più inutile). Ma tant’è, tanto paga la nonna, perchè non approfittarne?

Madeleine Pensa. (almeno lei). E forse lo fa per lei e per la mamma ostentatrice, le cui sinapsi mostrano varie sofferenza).

Madeleine sta per comprare alla mini-madeleine una bellissima bici. Rosa e con le marce. Usata.

Madeleine non darebbe 170 euro per la stessa bici nuova (tanto costa) neanche se avesse tanti soldi da poterci fare i coriandoli.

Madeleine ha iscritto la figlia a Pallavolo. Teoricamente non potrebbe permettersi tale “uscita straordinaria” ma madeleine poi non ostenta la bici nuova, che nel momento in cui esce dal negozio è per sua definizione “USATA”, e allora può permettersela.

I figli di mamma-trio non fanno sport. Non fanno teatro, nè musica (mini-madeleine sta maturando di far musica, chitarra, e Madeleine pensa di farglielo fare l’anno prossimo) nè altro. I figli di mammatrio guardano YO-YO tutto il giorno.

Mamma-trio non spenderebbe mai i suoi soldi per una cosa che gli altri non vedono. Insomma volete mettere un neonato dentro un trio nuovo nuovo da poter sfoggiare? E Quali benefici può avere mai?

Ieri Madeleine parlava con un prete che è tutto il giorno martoriato da gente che non arriva a fine mese, e diceva “ci sto dentro. Non mi interessa possedere, mi interessa essere”.

Essere, forse è un termine che solo a sentirlo mammatrio, sviene.

Madeleine è felice.

Mammatrio: si lamenta sempre.Vive chiusa in casa.Non ha amici. Ma ha un trio, una bici nuova usata due volte e lasciata marcire in garage.Una casa di proprietà.

Madeleine non si lamenta mai, ha un gatto che la ama, una figlia stupenda, due bici prese usate al negozio accanto, ha imparato a fare l’idraulico e il panettiere per necessità.

Madeleine è Felice.

Ha amici, il sole che le accarezza la pelle nelle giornate primaverili e un prete con cui chiacchiere che le sembra di sentire “azzurro il pomeriggio è troppo azzurro e lungo per me…” e rispondere io c’ho il prete per chiacchierare e sono Viva.

Ho un uomo con cui far l’amore, condividere la vita, e vedere mille mila volte IRON MAN 3, respiro e sono viva.

Madeleine è viva.

Mammatrio è uno zombie-.

Caro omino della findomestic…

Cara findomestic, ci conosciamo ormai da tanto tempo.

Il primo finanziamendo nel 1999 quando ancora c’erano i milioni..e i soldi da spendere sembravano sempre tanti.

10000 PER UN’ALFA 145 USATA.

Se non ci fossi stata tu a soccormi (e a prenderti quasi 2000 di lire di interessi) avrei comprato un pandino.

Ma tant’è…ce l’abbiamo fatta, e mai una rata non pagata. MAI.

Poi è arrivata la Tv al Plasma. E grazie.

Poi sono cominciati i guai.

Il lavoro da libero professionista, e nonostante un reddito medio alto, hai detto di no.

Ma non tutti i mali vengono per nuocere, e allora abbiam preso l’ALFA 156, che come tutti gli anziani ha ancora molto da dire e sa farsi valere. 2500 euro.

Poi mi spieghi così però io come faccio a mettere qualcosa da parte se mi serve il dentista. E cazzo, mi serve.

Lunedì, siamo tornati da te. Per i mobili. Un prestito personale miserrimo di 3000 euro.

Siamo tornati come socio amministratore di un’azienda.

Con  stipendio medio alto.

Però rispondi che non abbiamo continuità.

Ma te li vedi i telegiornali, omino della findomestic???????

Tutti ordinano flessibilità, dicono che siamo ciusi, ma a mia, pirsonalmente, l’unichi ciusi mi parete voialtri.

Mi hai detto “nossignore”.

E stronza io i soldi ce li avevo per prenderli, solo che nella vita le cose non si sanno mai.

Ero io che ti regalavo 500 euro di interessi.

Eri tu he ne avevi un vantaggio, perchè se non sono l’ottimo pagatore io, allora spiegami chi lo è.

Io al limite non mangio, ma le rate le ho sempre pagate. Puntualmente.

Ho una mastercard. (la mia banca crede allora che io possa coprire?? di questi tempi non è cosa facile avere la carta di credito).

Ho fatto 3 traslochi in 3 anni e ancora non sono arrivata a chiedere l’elemosina.

Ok, le difficoltà non mancano. Ma tu, omino della findomestic, dormi su un cuscino di piume dell’oca dalle uova d’oro?-

Insomma findomestic, io il finanziamento lo ottenni da Agos.

E tu hai perso un cliente buon pagatore, perchè se i soldi li dai solo a chi ce li ha non hai nessuna funzione nella società. Chi ce li ha non li chiede,li spende.

Ok Findomestic, sei solo una voce da cancellare in una giornata nera.

L’autra è u dentista…ma il discorso è lungo, e poco resistente come i miei denti.

Buon giorno 🙂